Chi siamo?

“Far tesoro del passato, guardando al futuro”


Pietrasanta, avvolta dalla cornice storica di Palazzo Tommasi, si trova “La Gipsoteca”.

Questo luogo si propone di ricreare opere d’arte in gesso, completamente fedeli all’originale, in quanto realizzate tramite l’uso di gomme ricavate direttamente dall’opera iniziale.

La gipsoteca è il luogo dove vengono conservate le riproduzioni in gesso, il cui nome deriva dal greco antico ”gypsos”, ovvero “gesso”. Le gipsoteche ebbero origine in Grecia e si affiancavano alle scuole di scultura con lo scopo di replicare statue in marmo o bronzo mediante la formatura in gesso.

La tecnica della formatura si diffuse rapidamente ed arricchì le gipsoteche di un gran numero di calchi, come testimonia il ritrovamento di una calcoteca ateniese che si occupava di replicare i calchi in gesso delle statue del Partenone.

Le copie in gesso mantennero vivo il proprio fascino anche nell’antica Roma, dove furono impiegae nella decorazione di templi e insulae, le case dei ricchi.

L’uso di aggraziare un ambiente collocandovi copie di opere classiche è tuttora ampiamente diffuso: è sufficiente sfogliare una rivista di architettura d’interni per trovarvi foto di abitazioni in cui fanno bella mostra statue o busti, teste o bassorilievi.

Il gusto e la cultura del passato rivivono con queste opere regalando ad ogni ambiente originalità e fascino senza tempo, lo scopo della Gipsoteca è quello di ricreare meraviglie che non smetteranno mai di stupire e porle alla portata di tutti.

Molti tra i cultori d’arte sono estimatori del calco in gesso, apprezzato per l’assoluta fedeltà all’originale in quanto realizzato rilevandone l’impronta (calco).

Il gesso, al contrario di altri materiali più costosi, permette una più vasta gamma di opzioni, come l’utilizzo di diverse colorazioni o la creazione di giochi di colore.

A fronte della sua maggiore fragilità, il gesso ha un peso molto più lieve rispetto a marmo o bronzo, ed il costo è contenuto.

“La Gipsoteca” realizza modelli sia in gesso bianco, sia in gesso patinato: la patina diventa un elemento di meraviglia, riuscendo a valorizzare le più basse tonalità del materiale di base.

Il fascino di un museo può essere ritrovato qui, a “La Gipsoteca” in Pietrasanta, dove è possibile portarlo a casa.